Al giorno d'oggi, il vestito, un pò come il sorriso e la cura del proprio corpo, rappresenta il biglietto da visita di una persona nei rapporti con gli altri. Ed un buon biglietto da visita non solo ci fa apprezzare maggiormente, sia nell'ambiente di lavoro che in altri contesti, ma permette di distinguerci per il nostro stile e carattere, rispetto ad altre persone. Un abbigliamento curato e attento quindi aiuta noi stessi ad apparire meglio e a sentirci a proprio agio e, al tempo stesso, ad essere apprezzati.

Il vestire bene, tuttavia, non implica indossare sempre abiti griffati oppure classici, anzi è possibile essere eleganti anche con un vestiario poco ricercato o addirittura casual. Il segreto sta soprattutto nell'indossare un abbigliamento adatto a noi e al nostro corpo e nell'abbinare i colori in maniera accorta, per evitare cadute di stile o addirittura vere e proprie brutte figure. Andiamo a scoprire quindi come poter abbinare bene i colori quando, per un uomo, ci si veste in maniera casual. 

Quali le regole da seguire

Come in altri contesti, anche nella moda maschile di questo genere esistono delle indicazioni, se non vere e proprie regole da seguire per effettuare un buon accostamento di colori. Tenendo sempre presente il proprio gusto personale naturalmente, tuttavia si devono scegliere tinte in base alla propria carnagione, al colore dei capelli e alla figura corporea. Il tutto avendo a mente anche alcuni fattori importanti.

Innanzitutto, non sempre gli abbinamenti ed i colori che piacciono sono anche quelli che tendono a valorizzare meglio il nostro corpo o la nostra figura. Naturalmente, poi, tinte diverse tendono ad avere effetti differenti, sempre a livello di accostamenti ed abbinamenti. E poi una regola generale, forse banale, ma su cui spesso non si fa caso o viene sottovalutata è che non tutto si può indossare. In altre parole, non tutte le persone possono abbigliarsi come vogliono ed apparire sempre bene.  

Come scegliere al meglio i colori da abbinare

Non sempre trovare la tinta giusta per noi è facile. Esistono persone che, in base alla propria carnagione, tendono a ravvivare la propria figura con un colore, mentre con altri si tende invece ad avere un effetto più adombrato. Per scoprire la tinta migliore da indossare per noi vi sono alcuni metodi, da quello più tradizionale a quello più tecnico. Il primo è semplice: basta mettersi addosso il capo colorato e vederne l'effetto, alla luce naturale, sulla nostra figura. Sarà quindi facile individuare la sfumatura che più si adatta alla nostra carnagione e silhouette.

L'altro metodo utilizza invece il cosiddetto "cerchio di Itten". Questa è una figura geometrica che aiuta a trovare l'abbinamento più adatto tra diverse tonalità. Al centro di tale figura troviamo un triangolo formato dai tre colori primari e cioè Ciano, Magenta e Giallo. Adiacenti a questo triangolo poi si trovano i colori secondari, formatisi dall'unione di quelli primari: Rosso, Blu e Verde. Infine, nella parte più esterna del cerchio, vi sono le diverse sfumature riguardanti i colori secondari.

Anche per questa metodologia, tuttavia, vi sono delle indicazioni da seguire. Le tinte vicine non andrebbero mai abbinate, lo possono essere invece le varie tonalità di un medesimo colore. Inoltre, si possono indossare colori opposti presenti all'interno di questo cerchio di Itten. E' da notare che in tale figura geometrica non vi sono il bianco ed il nero, ma soltanto i colori primari e secondari e di conseguenza bisogna fare attenzione ad abbinare bene anche vestiti dalle tonalità bianche o nere. 

Quali colori si possono abbinare facilmente

Il grigio, tinta elegantissima ad esempio, tende ad abbinarsi straordinariamente col nero, col bianco ed altre tonalità di grigio stesso. Il rosso, invece, tende ad essere difficile da accostare. Si abbina agli stessi colori della tinta precedente, mentre è da evitare assieme al rosa, al verde, al viola. All'opposto vi è il giallo, che si può indossare facilmente, soprattutto assieme a tinte scure, come ad esempio il marrone oppure anche a diverse sfumature del medesimo colore.  

Il nero si può abbinare praticamente a tutto, a parte il blu ed il marrone. In particolare, le tonalità vivaci, pastello ed anche neutre offrono un ottimo effetto. Medesimo discorso vale per il bianco. Abbinabile a moltissimi colori, da quelli più accesi a quelli più neutri. Tuttavia, bisogna ricordarsi che tende ad evidenziare le forme, di conseguenza è consigliabile evitare abiti troppo aderenti. Per quanto riguarda il blu, come detto è da evitare assieme al nero, ma anche al giallo e rosso. Veste benissimo invece con altre sfumature del medesimo colore.