Rappresenta uno degli abiti maschili più eleganti che esistano e viene indossato in occasioni particolari e molto formali, il frac infatti solitamente lo si vede soprattutto durante cerimonie importanti, matrimoni o eventi più o meno mondani. Tra quelli più celebri, ad esempio, vi sono la cerimonia attraverso cui si consegnano i premi Nobel, le cene di Stato, le udienze papali, le prime teatrali e, infine, lo si indossa anche da parte dei direttori d'orchestra per esecuzioni musicali o concerti. 

Il frac, che possiede una lunga tradizione fatta risalire al XVIII° secolo, è un abito prettamente serale, anche se in alcune occasioni particolari può essere indossato di giorno, ed è composto da giacca e pantaloni di colore scuro, abbinati poi ad un panciotto ed una camicia. Questi ultimi sono di solito bianchi, anche se il primo può essere di tonalità scura in alcune circostanze. A completare l'abito vi sono un farfallino e vari accessori. Tuttavia, una parte importante di questo vestito è in effetti la camicia. Cerchiamo di conoscere meglio proprio tale elemento.

Qual è solitamente la camicia da frac

Quella che è comunemente utilizzata per questo tipo di abito è la cosiddetta "camicia con collo diplomatico" o "ad alette", definita in questo modo in quanto possiede solo una piccola parte davanti che tende verso il basso a formare delle punte piccole. Infatti, solitamente queste sono corte, tuttavia nel nostro Paese tendiamo a preferire quelle con alette rovesciate. Questo genere di camicia, comunque, rappresenta il massimo dell'eleganza e per questo motivo viene indossata di solito con tale abito o con lo smoking. 

La tonalità tipica di questo indumento è il bianco, mentre più raramente se ne vedono di altri colori, quali ad esempio il nero o il blu notte. I materiali generalmente utilizzati per crearle sono invece il cotone o il popeline, una variante di quest'ultimo ma lucido, compatto e a cui si abbina anche una certa morbidezza. Meno frequente è l'uso di materiali pregiati, quali ad esempio la seta, di cui comunque se ne sconsiglia l'utilizzo per cerimonie particolarmente prolungate, in quanto favorisce una considerevole sudorazione ed una traspirazione complicata.

Per quanto concerne le fantasie, a parte il consueto off-white bianco, questo genere di camicia può evidenziare delle plissettature frontali, oltre a inserti damascati, con dettagli glitter che tendono a illuminare sia le maniche che il collo stesso. Il bianco dell'indumento, comunque, può essere spezzato grazie all'uso di bottoni dalla tonalità diversa e contrastante. 

L'evoluzione della camicia da frac dagli anni passati ad oggi

Le maniche di questa tendono a finire con polsini semplici o più raramente doppi rivoltati, senza bottoni e chiusi con gemelli. Lo sparato ed il colletto generalmente sono in piqué, il che dona all'indumento stesso uno stile formale. E proprio lo sparato, comunque, che tende a differenziare questo genere di camicia dalle altre. Esso, in pratica, si esprime in una serie di pieghe verticali del tessuto stesso, solitamente ad uso ornamentale, destinate a vivacizzare in qualche maniera la parte dell'indumento sottostante al farfallino. 

Lo sparato, che può essere plissettato o liscio, tende a terminare leggermente al di sopra della vita, al fine di poter utilizzare, nel caso, anche una fascia. Questo, tuttavia, può non essere sempre presente con tale genere di camicia, anche se esso le conferisce uno stile ancora più elegante ed un tocco di classe in più.

Comunque, in passato, in piqué era realizzata tutta la camicia e questa, unita al panciotto, tendeva a rendere complicato ogni genere di movimento. Fortunatamente, al giorno d'oggi, questo tipo di indumento è stato migliorato e riesce a combinare la consueta eleganza, l'aspetto formale e l'indispensabile comodità. I bottoni usati sono generalmente i cosiddetti Studs, presenti anche nel panciotto, e che nei modelli più classici sono decorati, anche se quelli in madreperla sono adoperati pure frequentemente. Inoltre, i bottoni devono essere possibilmente abbinati ai gemelli indossati. 

La camicia comunque è solo una parte, sia pur fondamentale, del frac. Con questo si tendono ad indossare anche degli accessori che gli conferiscono un'eleganza assoluta, come ad esempio un fazzoletto da taschino, i guanti ed un orologio sempre da taschino. Il tutto fornisce a colui che lo veste uno stile magari d'altri tempi, ma impeccabile ed ineguagliabile.

I più condivisi

APERTURA DOMENICA 28 APRILE REPARTO UOMO

L'atelier Gentlemen comunica una apertura domenicale programmata per il 28/04/2019.

Leggi tutto...

Moda Uomo Estate: spezzare la monotonia con fantasie decise

La camicia ed annessa blusa, per le tendenze della moda uomo estiva, amano variare sempre più tra uno stile maggiormente esotico-floreale e ed un altro più astratto dai colori minimal o bianco/nero. Tuttavia, questi due indumenti, ormai lanciati per ogni genere di taglia, tendono ad incidere sempre più sul look di chi li sfoggia.

Leggi tutto...

Milano Moda Uomo va in scena dal 15 al 18 Giugno

Una kermesse di considerevole qualità quella di Milano Moda Uomo edizione 2018, in programma dal 15 al 18 di Giugno, tra sfilate, presentazioni ed eventi vari, per complessive 56 collezioni. Tra le novità che hanno suscitato maggior interesse, sfilate di collezioni maschili assieme a quelle donna spring. Tra queste, le più attese sono quelle di Alberta Ferretti, del brand finlandese Aalto al debutto sulle passerelle milanesi, e di Stella McCartney.

Leggi tutto...
Go to Top